venerdì 5 maggio 2017

Scusa n. 100 - La miglior difesa è l'attacco!

Al giorno d'oggi la vita per una donna è davvero difficile: deve sgomitare dieci volte più degli uomini per ottenere il suo posticino al sole nel mondo del lavoro, deve sudare sette camicie per conquistare la fiducia altrui in settori tradizionalmente maschili, deve sempre agire con cautela affinché la sua disponibilità e gentilezza non venga scambiata per leggerezza di costumi. Insomma, la working girl del XXI secolo in molti casi ha fatto solo apparentemente passi in avanti sul lungo cammino dell'emancipazione e della parità di diritti; prova ne sia che ben poche donne occupano posizioni di reale potere nella nostra società.
Tutta questa premessa all'impronta del più delirante femminismo per suggerirvi qualcosa che vi consentirà di colmare almeno in parte il gap che vi separa dal sesso forte. Siete in grado di immaginare cosa? Ma è ovvio, mie care: un corso avanzato di difesa personale! Eh già, poiché, se proprio non vi è consentito di competere sul piano professionale, urge che vi facciate valere almeno sul piano fisico.
Assoldate, pertanto, senza badare a spese, il miglior trainer che il mercato possa offrire e cominciate a darci dentro con allenamenti estenuanti. A sorreggervi è una fede incrollabile: o soccomberete sotto il peso della fatica fisica o alla fine sarete in grado di dominare il maschio prevaricatore usando le sue stesse armi, cioè la forza bruta.
La cosa vi riesce alla perfezione con un duplice risultato: il rispetto da parte dei vostri interlocutori maschi e, last but not least, la fuga del povero trottolino, intimidito, anzi terrorizzato, dalle nuove sembianze da voi assunte.
Chi l'avrebbe mai detto che la casalinga dimessa e sfigata si sarebbe trasformata in un'amazzone cazzuta?