giovedì 3 novembre 2016

Scusa n. 88 - Indovina chi si sposa?

Il giorno fatidico è arrivato e voi siete emozionate come non mai. Avete vissuto l'attesa di questo momento con una partecipazione indescrivibile, ma alla fine tutto sta andando per il verso giusto. Tutto tranne un particolare: l'umore del povero trottolino! E già, perché l'evento in questione è nientemeno che il matrimonio di vostra figlia, evento che ha ridotto il disgraziato ad un fantasma, ad un lumicino che, ormai da giorni, si rifiuta persino di mangiare: un uomo diverso dall'adorato paparino sta mettendo le grinfie sulla sua bambina e lui non può fare nulla per evitarlo, se non sfogare il suo disappunto e la sua disperazione in un mutismo e in un distacco sempre più preoccupanti.
Come procedere dunque? Beh, scartata la possibilità che a fare da crocerossine siate voi, l'unica soluzione plausibile, a cerimonia avvenuta, è spedirlo per direttissima da mammà, che potrà prendersene cura a tempo indeterminato, perché, si sa, solo una mamma conosce a fondo il proprio figlio e noi mica vogliamo toglierle 'sto privilegio, no?