martedì 20 settembre 2016

Scusa n. 84 - Outlet mania

Ebbene sì, sono maniaca dell'outlet e me ne vanto! Chanel, Valentino, Gucci, Prada, Louis Vuitton sono i miei inseparabili compagni da quando ho scoperto la formula del megastore a prezzi stracciati! Figuratevi che ho persino scovato un'app che in tempo reale mi avvisa dell'apertura di un nuovo punto vendita: che sia in Italia o all'estero, monomarca o multimarca, sono dettagli irrilevanti. L'unica cosa che mi preme è pianificare il modo affinché io possa trovarmi sul posto il più velocemente possibile e, comunque, prima delle mie amiche!
E che cavolo! Se quella sciacquetta della moglie del Cumenda sfoggia ogni giorno una mise diversa, completa di accessori super-griffati, state pur certi che io non sarò da meno... Ormai sono diventata una maga del settore e non c'è borsa di Hermès o stiletto di Ferragamo che possa sfuggire alle mie grinfie. Insomma, vuoi o non vuoi, l'outlet, pur se posto all'altro capo del mondo, conosce un unico destino: diventare il mio outfit!
Perché se è vero, come ha detto Coco Chanel, che La moda passa, lo stile resta, è anche vero che è meglio, molto meglio che la moda passi per casa mia piuttosto che per casa delle altre!



lunedì 5 settembre 2016

Scusa n. 83 - Il congiuntivo, questo sconosciuto...

Va bene che viviamo nell'era dell'informatica, che ormai comunichiamo tramite sms o WhatsApp e che la nostra identità viene accertata in virtù dell'esistenza di un profilo Facebook, ma a tutto c'è un limite...
Il sistematico oltraggio alla amata lingua dei nostri padri si traduce sempre più spesso in frasi incomprensibili, in cui imperversa l'abuso della odiosissima kappa e l'assoluta carenza di punteggiatura. Ma la goccia che fa davvero traboccare il vaso è il se seguito dal condizionale: quello è il punto di non ritorno, la soglia varcata la quale ogni speranza è persa. Ragion per cui, quando sentite il vostro lui incespicare in malo modo nell'uso del congiuntivo, intravedete prontamente solo due possibili soluzioni:
a) cancellare definitivamente il miserabile dalla faccia della Terra con un colpo di bazooka
b) spedirlo seduta stante ad un corso intensivo di grammatica e sintassi
Le pesanti implicazioni penali vi fanno ovviamente desistere dalla prima seppur allettante alternativa, rendendo, tuttavia, quanto mai urgente il ricorso alla seconda.
Detto fatto, prenotate per il trottolino il migliore dei corsi full immersion disponibili sul mercato e lo inviate altrettanto celermente sul posto: il tutto per la durata di una settimana piena piena...
Fosse che, sotto lo sguardo severo del busto di un Dante o di un Manzoni, l'analfabeta vi diventa una penna d'oro, un caso editoriale senza precedenti??? E le artefici di tutto ciò sarete state voi, voi che con il vostro fiuto avete scoperto un talento e ne avete fatto partecipe il mondo intero. Che dire, dunque? Chapeau!