lunedì 13 giugno 2016

Scusa n. 81 - Scuole chiuse, mare sto arrivandooo!

E' ufficiale: la stagione scolastica è finalmente terminata e per le mamme si delinea un nuovo incubo. Quale? Ovviamente, quello di gestire la figliolanza che, a briglia sciolta, cala come gli Unni in ogni angolo della casa, alla ricerca di nuovi intrattenimenti con cui ammazzare il tempo libero! Il risultato è che, dopo una settimana di implacabili scorrerie da parte degli spietati marmocchi, l'unica soluzione possibile che si prospetti per porre fine alla calamità che si è abbattuta sulla vostra dimora è quella di impacchettare lo stretto necessario, figli inclusi, e partire senza indugio alla volta del mare.
Là, gli indemoniati pargoli potranno scatenarsi senza freno alcuno: avranno a disposizione la vastità della distesa d'acqua marina in cui potranno dare sfogo a tutta la loro diabolica inventiva, anche quella, perché no, di affogarsi a vicenda! Potranno bivaccare indisturbati sulla spiaggia, consumando senza ritegno i loro cibi e bevande preferiti, potranno improvvisare giochi con la sabbia o con il pallone o con qualunque altra diavoleria desiderino... Il tutto, sia ben chiaro, vi costerà un botto di soldi, ma che importa? I vostri tesorucci arriveranno a fine giornata distrutti dalla fatica del divertimento e a voi non resterà che adagiarli nei rispettivi giacigli.
E poi, non avete pensato al lato davvero positivo della situazione? Con una sola mossa vi sarete sbarazzate anche del povero trottolino, che, impegnato con il lavoro, è rimasto a casa pensando a quale santa donna siete a sacrificarvi così per i figli!