lunedì 9 maggio 2016

Scusa n. 79 - La Stangata parte II

Odiate i giochi di carte, il solo rumore del loro mescolamento e della loro smazzata vi provoca un senso di irrequietezza, una sorta di incontenibile smania ed agitazione... Per non parlare di tombola, bingo ed affini: la sola idea di stare sedute sulla punta della sedia, in attesa che venga estratto lo stramaledettissimo numero che vi manca per completare la vostra combinazione, vi fa letteralmente venire l'orticaria.
Eppure, la vostra causa, quella di tramare alle spalle del povero trottolino, merita qualunque sacrificio: si domanda forse un marine o una testa di cuoio se la prossima destinazione sia un luogo di suo gradimento o meno? Lui è formattato per portare a termine una missione, il resto sono quisquilie.
Ecco, adesso vi si chiede di essere la punta di diamante di una selezionatissima task force. Pertanto, quando la vostra amica vi chiama per unirvi ad un gruppo di infaticabili giocatrici di burraco, sebbene il vostro primo impulso sia quello di liquidarla in malo modo, alla fine prevale in voi l'atteggiamento temprato da mesi e mesi di allenamento psichico. Risultato? Reprimete prontamente qualsivoglia senso di repulsione e vi gettate nella mischia delle giocatrici di carte con la determinazione e l'impeto degni di un ricevitore di football che corre verso la meta.
Tutti d'accordo, allora! Si esce di casa alle 19.00 e si ritorna solo Dio sa quando.
Trottolì, consiglio da amica: non ti conviene aspettare sveglio, soprattutto se lei non torna vittoriosa!


25 commenti:

  1. Ahhh...mia bella Silvanina sono proprio contraria a questa forma di divertimento, che a volte faccio costretta dal vortice di qualche sparuta ricorrenza con risultati disastrosi perchè penso ad altro..
    Quindi peggio di me ..nessuno!
    Un bacio notturno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti Nellina stile Paul Newman ne 'La Stangata' non ce la vedo proprio. Bacio bello alla mia bella!

      Elimina
    2. Ciao stellina, vado a giocare dormi tu che dormo io...Buona notte bella!

      Elimina
  2. Magari, nonostante tutto, una partita a burraco può anche divertire, però ci si deva andare con pochi soldi e smettere quando sono finiti! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo: il gioco deve rimanere divertimento, passatempo e non diventare accanimento. Un caro saluto.

      Elimina
  3. Ogni tanto una partita a Briscola con la rivincita a Tresette,rigorosamente ospitati in una vecchia caratteristica Hosteria.Il premio: un litro di vino della casa da bere in compagnia.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo mi sembra lo spirito giusto! Buona giornata, Fulvio.

      Elimina
  4. questa regge, ma occhio al borsellino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, meno male! Catone il Censore ha dato il suo assenso! :) Un caro saluto, Francesco.

      Elimina
  5. Non so giocare a burraco, ma una partitella a briscola, scala quaranta, rubamazzetto, machiavelli....
    Mi prenoto, mia cara Silvana!!!
    Bacione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sai che amo le donne che sanno mettersi in gioco... Bacio bello.

      Elimina
  6. Io gioco solo a Machiavelli.. il burraco dei poveri... e solo quando piove! ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo! Un po' di allenamento, anche se limitato ai giorni di pioggia, è sempre auspicabile: semmai dovessi incontrare sulla tua strada una malintenzionata della scusa n. 79, saresti in grado di smascherarla all'istante!

      Elimina
  7. Non mi piacciono i giochi con le carte, anzi li detesto e mi rifiuto di partecipare alle partite che inevitabilmente concludono le serate conviviali con gli amici. A me piacerebbe, dopo aver spazzolato una lauta tavola imbandita, concludere in bellezza fra chiacchiere e risate, invece pare che sia d'obbligo accanirsi con le carte da briscola o beccaccino in mano, imprecando e vituperando i compagni di gioco che magari hanno sbagliato una giocata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Krilù, non disdegnare troppo i giochi di carte: potrebbero tornarti utili al momento opportuno! Ahahah! Un bacio.

      Elimina
  8. Cara Silvana è sempre divertente leggere i tuoi post.
    Ti auguro una buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, cara Cettina! Auguro anche a te un'ottima domenica (qui piove, sigh!)

      Elimina
  9. ahh solo il pensiero che non si sa quando finisca mi fa passare tutta la voglia di giocare...mi stanco subito, con me i casino e i giochi di società non avrebbero futuro :)) buona domenica, ciao Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te, ma in questo blog tutto fa brodo... Un caro saluto.

      Elimina
  10. Ah ah, mi diverto troppo a leggerti! Ah...e non so come si gioca a Burraco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, tesoro!!! Sembrerà strano, ma per questa scusa, l'ultimo dei problemi è saper giocare a carte... Buon fine settimana.

      Elimina
  11. Te l'avevo già scritto l'antra vorta: vai tranquilla tanto er trottolino tuo se continua a spidocchià la capoccia de sopra e de sicuro t'aspetta stravaccato tutto storto sur divano, ma no quello bbono sinnò tu lo metti in punizzione e pe tre settimane gnente.
    Er gioco de le carte è un brutto vizzio. Si te lo sei preso nun te lassa più. Ai voja a dì solo stavorta poi famo na pausa de na vita, er gioco cellai drento ar sangue che te score drento le vene e te riscalla er core e te strigne er culo quanno che stai a spettà er numberetto tuo. L'ai detto tu, mica io.
    Io giocavo a pokere e meno male che nun ciavevo capitali sinnò a questora stavo da 'n pezzo sotto a 'n ponte. O me c'ero buttato de sotto che poi fa li steso.
    Brutto vizzio er gioco de le carte, ma tutti li giochi, puro quelli che se fanno d'anniscosto da la moje co l'antre donnette so pericolosi.
    Me sorge un dubbio: ma sei sicura che trottolino è proprio così fesso? Nun è che quanno tu sorti per annattene a fa li cavolacci tua lui se veste de corza e se va a fa le zozzerie co quella der piano de sopra?
    Stacce accorta a Sirvà, che poi quello te fa piagne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Correrò il rischio... Ahahahah! Alla prossima, Vincenzì!

      Elimina
  12. Chissà perché ma, leggendoti, ho la vaga sensazione che non abbia in grande considerazione il tuo partner.
    Saluti cordialissimi
    .
    .
    .
    .
    ^____*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà... O forse scherzo così tanto sull'argomento perché ne ho un'altissima considerazione? Sta a voi scoprirlo... :)

      Elimina