venerdì 15 aprile 2016

Scusa n. 77 - Etciù! 'Che imbroglio era, maledetta primavera...'

Primavera d'intorno brilla nell'aria, e per li campi esulta, sì ch'a mirarla intenerisce il core, scriveva il buon Leopardi ne Il passero solitario. Eppure la sua sensibilità tralasciava qualcosa, un effetto fastidiosissimo a cui molti, al sopraggiungere dei primi caldi, non possono sottrarsi: le allergie!
Chi ne è vittima sa bene quanto sgradevole sia questo inconveniente, al punto da odiare la stagione più amata, il più bel fiore dell'anno, giusto per rifarci ancora al caro Giacomo.
Occhi gonfi e lacrimanti, naso chiuso, orticaria, irritazione delle mucose sono solo parte delle conseguenze devastanti della maledetta primavera...
E allora daje con antistaminici e farmaci di vario tipo che, tuttavia, non riescono a risolvere radicalmente il problema e soprattutto il vostro stato di prostrazione e sfinimento fisico. Le provate tutte, siete disposte a qualunque cosa, poi l'idea geniale: una maschera antigas stile Grande Guerra, che vi proteggerà da qualsiasi contaminazione esterna, marito incluso. E se foste allergiche proprio a lui???



19 commenti:

  1. ahahahaha..come sempre super!!!!!
    Io non sono mai stata allergica a nulla tranne ai bugiardi a agli ipocriti....sic...ma quest'anno con questa stagione pazza mi sono venute tutte le allergie del caso e allora..?
    Questa maschera che tu mi conigli la prenderò sicuramente in considerazione, penso serva pure per mille usi..hai visto mai!?
    Bacionissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che segui i buoni consigli... Bacionissimo a te!

      Elimina
  2. Sei un vulcano di idee, mia cara!!! Bella la storia delle allergie non solo ai pollini, ma anche alla dolce metà.....Ti abbraccio!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annamaria, lo so che ti sto portando sulla cattiva strada! Ahahahah! Bacio.

      Elimina
  3. Che te devo da dì, Sirvana cara, io me lo sento nun me lo so insognato, 'nzomma io so sicuro che mi moje cià l'allergia a tutto quello che me riguarda. Dico nun c'è bisogno che la tocco co 'n deto, che me ciavvicino, basta che me penza e...cciù je cole er naso. Tu te devi da penzà che quanno erimio zoveni ogni vorta che facevimo l'amore ereno sarti mortali senza rete. E tutte le mesate cor batticore e sempre quela domanna sospesa tra di noi "è arivato quello llà?". Io la mettevo incinta cor penziero, cor respiro, tu penza che quanno je telefonavo dovevo da tenè er telefono co li guanti sinnò la mettevo incinta puro si lei stava a Roma e io a Milano.
    Tutto effetto de l'allergia, l'avemo capito doppo, quanno 'nzomma s'è decisa a piasse la pillola. Ma poi se controllava er barbozzo gni matina pe vedè si veniva fora la barba. Te dico, na tortura. Nun me ce rifà penzà, Sirvana bella. Godite la vita adesso che doppo nun se sa.
    Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, carpe diem, ma col mascherone antigas!!! Bona notte, Sor Vince'!

      Elimina
  4. Ciao Silvana,io fortunatamente non soffro di allergie e allora posso felicemente godermi le meravigliose fioriture primaverili,però le allergie si possono prevenire con adeguate cure durante l'inverno.
    Felice fine settimana,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, carissimo Fulvio, e senza necessariamente ricorrere a medicine allopatiche. Cari saluti.

      Elimina
  5. ..e se fosse vera l'ultima tua frase?......non basterebbero antistaminici e maschere.......
    Una buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che no, cara Cettina! E' per questo che metto a disposizione non una, ma ben centouno scuse!!! ;)

      Elimina
  6. E certo che non basterebbero proprio né antistaminici né altri intrugli, ma io ho l'allergia davvero ai pollini dei fiori :))
    Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povera stella! Scherzi a parte, penso che davvero si possa desiderare di indossare una mascherina, pur di alleviare il fastidio da allergia.

      Elimina
  7. E' un vero peccato che la magia della primavera debba essere complicata dalle molteplici allergie respiratorie legate ai pollini di cui tanti soffrono.
    Se poi l'allergia dovesse essere riferita al marito ... bè non c'è primavera che tenga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E, allora, in seno a questo blog è proprio il caso di dire: 'Benedetta primavera'!!!

      Elimina
  8. Uhm allergica al marito e non solo. Al capo, alla segretaria, alla commessa, alla conoscente, a tutti quelli che più che mai si fanno i fatti miei.
    Morirò starnutendo!
    Ahahaha grande Silvana, un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariellina, se può esserti di consolazione, di queste allergie soffriamo un po' tutti... Bacio forte!

      Elimina
  9. questa scusa regge poco però

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, che cattiveria... Ma mi volete far arrivare o no a 'sta scusa n. 101??? :)

      Elimina
    2. Ok te lo concedo :)

      Elimina