giovedì 14 gennaio 2016

Scusa n. 68 - Chi non balla 'afro', fuori moda è!

La routine quotidiana vi ha stancato e per trasformare la solita zuppa avete deciso di iscrivervi ad un corso di danza moderna. Non vi siete, tuttavia, accontentate della palestra sotto casa. Il vostro scopo non è quello di fare un po' di movimento tanto per riattivare la circolazione; voi siete alla ricerca di qualcosa di esplosivo, qualcosa di liberatorio, di cui poter parlare a ragion veduta nei circoli pseudo-intellettualoidi dove vi incontrate con le vostre amiche radical chic. Insomma, tutto ciò che rientri nel genere balli latino-americani o danza del ventre non fa parte del vostro repertorio ideale. A voi serve qualcosa che faccia effetto, che sia davvero in grado di stupire le vostre interlocutrici, perché se gli uomini fanno a gara a chi ha le prestazioni migliori, voi fate a gara a chi riesce ad imporre alle altre una nuova tendenza, la vostra!
E allora, pensa e ripensa, cosa vi è venuto in mente? E se andaste a quel centro sociale che di recente ha accolto un bel po' di neri dell'Africa profonda?  Potreste, con un tantino di savoir-faire, carpire loro i segreti delle danze tribali, quelle vere, non edulcorate dai ritmi e dalle melodie occidentali e, addirittura, dopo avere sfoggiato la vostra magnetica performance alla presenza delle amiche, potreste pensare ad un vero e proprio business: un bel corso di African Tribal Dance, per il quale, state certe, le radical chic faranno a pugni.
E se lui, pur di elemosinare un briciolo della vostra attenzione, tentasse di minimizzare la vostra iniziativa? Beh, le sue possibilità di successo sarebbero prossime allo zero periodico, in quanto, carino, in questo ballo c'è in ballo la vostra radical leaderchic!





10 commenti:

  1. Certo, mia cara Silvana! E che si aprano le danze!!!
    Un abbraccio a te e al tuo humor sempre scintillante!!!

    RispondiElimina
  2. Come sempre stupenda la mia Silvanina, però ti posso confermare che come coreografa di Danza , ho seguito per un po' di tempo il corso tribale. Eravamo in pochissime e ci consideravano le neglette della scuola. E invece era molto interessante...Per finire tanto poche che il corso ha chiuso! Peccato...
    Abbasso il radical chic!
    Baciottone serale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto? Anche tu avevi scelto il filone giusto, solo che hai precorso i tempi. Bacio forte.

      Elimina
  3. Silvà, mannaggia a te a sta danza afrocongolese nun c'ero proprio arrivato. Però, tutto sommato quello che ce frega è l'atmosfera, er soffio d'origginalità, nun so se me spiego. Allora cominciamo a tirà fora dal commò quer camicione brutto de la mia madre de quanno ciannava a letto, che puzza 'n po' de naftalina oramà ma 'nzomma fa tanto figo e poi voi mette li gatti scappeno a dieci metri e allora va benissimo co sti clandestini, che poi nun lo so capito se dovemo fa le danze tribbali der caccavello loro ovverosia se ce storcemo tutta notte pe poi tornà a casa domattina co la scoliosi, ma chi se ne frega, basta che semo á la page che nun so che vor dì ma fa tanto per bene e qui ce vo esse per bene ne sto monno de matti e de ladroni.
    'nzomma famo ste danze senza move troppo la panza che me so magnato a pranzo na zuppa de facioli e sento un certo movimento basso che me convince poco assà.
    Nun vorei esse costretto a lassà la commitiva primma der tempo.
    'nzomma Sirvà, ciai avuto n'idea boia, bella assà. te dovevo da conosce primma quanno ancora tiravo matina senza ronfà come un suino.
    Ciao bellezza rara, te saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah! Ribadisco: grande, Vincenzo!!!

      Elimina
  4. Bellissima idea mi associo......però sulla carta
    Baci

    RispondiElimina
  5. Spero si tratti di quella di credito, Cettina bella! 😉

    RispondiElimina
  6. Quella della "leaderchic" solo tu potevi inventarla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Ambra, ma sono stata ispirata dalle pseudo-intellettualoidi, e in giro ce ne sono davvero parecchie! Bacio.

      Elimina