lunedì 28 dicembre 2015

Scusa n. 64 - Te la ricordi la prozia Gertrude? E' morta!

Grave lutto in famiglia! La vostra amata prozia Gertrude, all'invidiabile età di 101 anni, 8 mesi e 17 giorni, si è finalmente decisa a volare verso altri lidi. Il vuoto che ha lasciato la vegliarda è davvero incolmabile, considerato che, nonostante gli anni, era ancora in grado di tenere banco alle tavolate di famiglia e che, soprattutto, era, a memoria d'uomo, la migliore banditrice di tombola di tutti i tempi. E' pur vero che, alle volte, nell'impeto di pronunciare i numeri e darne la relativa interpretazione, rischiava di proiettare la dentiera nel piatto di struffoli del vicino o che l'eccesso natalizio di cibo e libagioni scatenava nel suo coriaceo intestino una sorta di fuochi pirotecnici che, alla fine, trovavano sfoghi folcloristici da orifizi orali o di altro genere.
Insomma, con la cara zia Trudi non c'era mai da annoiarsi, come quella volta che dal gran ridere per un film di Stanlio ed Ollio non riuscì a trattenere la pipì: sfortuna che era a letto, con la termocoperta in funzione... Fu solo grazie all'intervento tempestivo di un pronipote pompiere che non fece la fine del pollo arrosto!
Di cose da raccontare ne aveva davvero tante, anche se il suo argomento preferito erano le barzellette, possibilmente spinte, che non perdeva occasione di sciorinare a chiunque, malauguratamente, si trovasse nel suo raggio di azione. Era talmente allenata, che con il suo bastone riusciva ad agganciare gli abiti dell'ignaro passante con la stessa velocità e maestria con cui un cowboy prende al lazo un manzo, dopodiché ti toccava stare lì ad ascoltarla per almeno un paio di ore (oltre allo stomaco, aveva anche una memoria di ferro, purtroppo!).
Comunque, la nota positiva era la sua generosità con cui si faceva immancabilmente perdonare i suoi eccessi. Peccato che talvolta la vista la tradisse e, anziché regalarti un bel bigliettone da 50 euro, ti rifilava qualche banconota malconcia del Regno d'Italia.
Con lei se n'è letteralmente andato un pezzo di storia e il minimo che possiate fare è recarvi ad omaggiare la sua tomba che, però, per la cronaca, si trova nella sua terra natìa, la bella e remota Sicilia.
Ciao, anzi salutamu, marito mio! Giusto il tempo di andare, onorare la zia, fare il giro dei saluti dei 100/200 parenti e ritornare.
Viva Trudi! Viva il Re! Viva l'Italia!



13 commenti:

  1. Con la zia Trudi hai superato te stessa!!! Più che mai esilarante.
    Auguri e abbracci, mia cara Silvana, e grazie!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, tesoro, e alla prossima, o da te o da me!

      Elimina
  2. Questa è veramente buona, Sil, la sottoscrivo.
    Abbiamo tutto una zia Trude. La mia si chiamava Giulia, sorella di mia madre. Possedeva sette gatti e dava momentaneo alloggio a tutti i gatti del quartiere, i randagi naturalmente quelli che non conoscono leggi e scagazzano dappertutto. Se avevi bisogno di soldi -e io da ragazzo ne avevo proprio tanto- dovevi farti le sue scale, tapparti il naso perché la puzza della pipì dei gatti era insopportabile e lei ti dava quello di cui avevi bisogno, sempre.
    Grande zia. La cognata amatissima di mio padre che la prendeva per il culo tutto il tempo facendola diventare matta.
    Ciao, Sil

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che tra Giulia e Trudi è una bella lotta! Grazie della visita, caro Vincenzo, e un ottimo inizio d'anno!

      Elimina
    2. Na-tu-ral-men-te Sil!
      Se non ci si sente prima: BUON NUOVO ANNO, ma che sia veramente qualcosa di nuovo e non la solita schifezza!

      Elimina
  3. Indubbiamente se n'è andata via un pezzo d'Italia...fantastica 'sta ziuccia..
    Sarei curiosa se aveva anche predisposto gli arredi funerari con tomba incorporata...
    Sei una forza della natura Silvana..troppo troppo forte..
    Bacio della notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nellina bella, la cara ziuccia è capace di tutto, anche dall'aldilà. Un bacio a te, ma forte eh!

      Elimina
  4. Non avresti una zia Trudi da prestare pure a me? Avrei proprio bisogno di una vacanza di qualche mese tra un paese e l'altro della nostra bell'Italia.
    Buon anno nuovo, amica bella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariellina!!! Che bella sorpresa ho trovato proprio allo scadere dell'anno! Un abbraccio forte e un prospero 2016!

      Elimina
  5. Spero tu abbia anche un manuale per formulare gli auguri in mille modi diversi.
    Io, che non ho molta fantasia, mi limito a lasciarti quelli convenzionali e un po' scontati di Buon Anno
    A rileggerci.
    .
    .
    .
    ^__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie, caro Guardiano!!! In queste occasioni, la fantasia passa in second'ordine: ciò che conta è la sincerità dell'augurio e, ovviamente, il pensiero. Buon 2016!

      Elimina
  6. La tua prozia Gertrude deve essere stata un vero incubo per chi le stava intorno.
    Esilarante il tuo post. Te li ho già lasciati i miei auguri? Fa lo stesso, te li lascio di nuovo. Ti auguro uno splendido e piacevolissimo Nuovo Anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, ricambio con affetto: che il 2016 sia l'anno dei bloggers! :)

      Elimina