sabato 7 novembre 2015

Scusa n. 55 - W la suocera!

La letteratura, come del resto i luoghi comuni, è stracolma di riferimenti a questa scomoda figura che, nell'immaginario collettivo, incarna i conflitti più o meno latenti vissuti all'interno del rapporto di coppia.
Basti dire che in quel di Rocchetta Tanaro, piccolo borgo in provincia di Asti, è stata addirittura istituita la Festa nazionale della Suocera con tanto di scettro, un pesante mattarello che la dice lunga sulla 'docilità'  dell'agguerrita signora.
Detto ciò, potete ben immaginare quale aria tiri in casa quando per la prossima domenica è prevista la visita dell'adorabile megera. Già sappiamo che avrà da ridire su una serie di particolari lunghi quanto la lista della spesa per il cenone di San Silvestro. Di sicuro, le camere non saranno brillanti quanto le sue, il bucato steso ad asciugare non avrà l'odore del pulito, la camicia che indossa il suo cucciolo sarà stropicciata all'attaccatura del colletto, senza parlare del pranzo domenicale che a stento assaggerà con la puzza sotto al naso.
Date le premesse, cosa può aspettarsi da voi il trottolino? Per certo, saranno inevitabili pesanti ritorsioni nei suoi confronti, senza contare che egli dovrà espiare, con premure e regali extra, la colpa di avere cotanta madre.
Ciò che è innegabile, e quasi ci pesa riconoscerlo, è che stavolta siamo in debito con nostra suocera: una volta tanto è stata nostra alleata, a spese proprio del suo cucciolotto, il quale anche a questo giro dovrà attaccarsi al tram. E che te lo dico a fa' ?



4 commenti:

  1. Sei fantastica quando tratteggi in maniera così perfetta i personaggi della vita quotidiana...
    Le suocere...mamma mia..passiamo oltre....
    Un bacione serale adorabile amica!

    RispondiElimina
  2. Grazie, Nella, amica virtuale, ma con cui mi sento in forte sintonia! Alla prossima.

    RispondiElimina
  3. Non è detto che la suocera sia proprio così.
    Sono una suocera che sta alla larga da figli e mariti/mogli, che casomai invita a pranzo e non il contrario, che non dà consigli, non muove critiche perché oltre a tutto le manca il tempo, avendo una sua vita piena di impegni ed interessi ..... Forse è questo il problema delle suocere, esistono solo per il figlioletto, rubato da una perfetta estranea.

    RispondiElimina
  4. Ambra cara, nel tuo caso vale davvero l'esclamazione 'W la suocera!'. Ti abbraccio e ti ringrazio per la tua testimonianza.

    RispondiElimina