mercoledì 23 settembre 2015

Scusa n. 44 - 'Back to school' (ovvero 'Marito mio, sei fritto!')

Finalmente, tutti a scuola! La campanella ha ripreso a suonare e voi avete ripreso a respirare... E non solo perché lentamente tutto rientra nella routine rassicurante della normalità, ma soprattutto perché avete a vostra disposizione un'altra scusa coi fiocchi.
Questa è una di quelle legate alla prole, per cui è scontato che la sua efficacia cresce esponenzialmente al crescere del numero dei figli: riadattarsi alle levatacce mattutine per preparare colazione, zaini, merendine, grembiuli e chi più ne ha più ne metta, è senza dubbio motivo oltremodo valido per appellarsi all'esaurimento nervoso fulminante, soprattutto se la situazione è gravata dagli odiosissimi compiti a casa, odiosissimi per il solo fatto che costringono le mamme a stare inchiodate come Cerberi accanto ai loro figli fino a che l'ultimo punto non sia stato apposto sul quaderno.
Il quadro clinico mi pare abbastanza chiaro e tirare le somme è altrettanto facile: moglie stremata, marito in astinenza. A meno che lui non si offra di sostituirvi nelle amene incombenze domestiche... ma, a pensarci bene, penso proprio che preferisca andare in bianco!


Nessun commento:

Posta un commento