mercoledì 10 settembre 2014

Scusa n. 12 - Arrivano i parenti dall'America!

Senza dubbio, questa è una scusa coi fiocchi e se vi state chiedendo il perché, ve lo spiego subito. Cominciamo col dire che la visita di parenti che arrivano da lontano non capita tutti i giorni, motivo per cui avete un ottimo pretesto per avviare i preparativi di benvenuto con largo anticipo. Ciò significa che la pianificazione dell'accoglienza e della permanenza dei provvidenziali visitatori vi vedrà impegnate intensamente per parecchi giorni, sottraendovi, di conseguenza, e in modo del tutto giustificato, dalle grinfie del vostro aguzzino.
Tuttavia, il momento culminante sarà il loro arrivo che, nello scenario ideale, dovrebbe essere serale. In questo modo, sarete tenute a fare gli onori di casa proprio quando lui, il rampante casanova, solitamente sfodera le sue migliori armi seduttive.
Non dimentichiamo, poi, che il bon ton richiede la vostra costante presenza per far fronte alle svariate richieste ed esigenze dei vostri ospiti, per cui appare evidente che, per l'intero loro soggiorno, possiate scappottarvela ripetutamente a spese dell'ignaro convivente.
E per chi non avesse parenti in America? Beh, a parte che li hanno praticamente tutti, nella malaugurata ipotesi che così non fosse, vi suggerisco di assoldare qualche commediante di professione che, adeguatamente istruito sul vostro albero genealogico, vi farà fare un figurone! 



Nessun commento:

Posta un commento